Come funzionano i prestiti tra familiari privati in peer to peer

Oggi parliamo dei prestiti tra privati, dei finanziamenti molto semplici che sono una vera a propria alternativa ai normali prestiti personali tradizionabili che si richiedono in banca o negli istituti di credito. Iniziamo con la premessa principale che, i finanziamenti tra privati, si dividono in due categorie, ovvero i prestiti peer-to-peer i quali sono disponibili su tutte le piattaforme chiamate di “social lending” ed i prestiti privati tra familiari i quali sono richiedibili tramite via privata. Ambedue queste forme di prestito hanno in comune il fatto che in esse non sia inclusanessuna forma di comunicazione con le banche da parte del richiedente.

Prestiti tra privati peer to peer

I prestiti tra privati peer to peer sono richiedibili tramite social leading, ovvero dele compagnie creditizie che stanno diventando sempre più famose anche in Italia, e che stanno diventando una valida alternativa alle banche per quanto riguarda il mondo dei prestiti. In pratica, lo di scambio prestiti avviene quindi in maniera virtuale e si verifica attraverso delle piattaforme digitali di alcune aziende aziende che hanno l’autorizzazione di lavorare nel mondo dei Social Lending. Questi prestiti tra persone sono diverse dalle normali forme di finanziamento anche in quanto si tratta di prodotti creditizi che sono totalmente indipendenti dalla presenza di intercessori bancari e finanziari. La particolarità digitale di questo prestito e la totale assenza di forme intermediarie fanno si che le società che si occupano di prestiti personali possano offrire di solito ai propri clienti deii tassi di interesse molto bassi in confronto alla media.

Prestiti tra privati: finanziamenti tra amici e parenti

Un secondo tipo di prestiti tra privati prevede quelle forme di finanziamento direttamente tra familiari, amici, coniugi e così via.  Questi prestiti (leggi qui le opinioni sui prestiti tra privati) sono un’ottima alternativa alle tradizionali forme di prestito che vengono offerti dalle banche e dalle agenzie finanziarie. In confronto ai prestiti ottenibili presso una banca o tramite internet, questi finanziamenti tra privati permettono al richiedente di poter avere un vantaggioso risparmio sul costo dei tassi di interesse. Infatti, da caso in caso, si può decidere insieme al “donatore del prestito” quale sia la percentuale di interesse del prestito, il quale può essere molto basso o anche equivalente a zero. Se si sceglie il tasso pari a zero, questo prende il nome di “donazione”. Visto che la valenza degli interessi non è un valore che viene prefissato dalla legge i due soggetti coinvolti nel prestito hanno la possibillità determinare in totale autonomia quale sarà la quota degli interessi. Queste quote però non devono essere maggiori delle soglie che la legge prevede per tutelare le parti dall’usura.

Smartika: una piattaforma per i prestiti tra privati

Sul internet si possono richiedere prestiti personali tra privati Smartika da un minimo di 1.000 fino ad un massimo di 15.000 euro, da rimborsare dai 12 fino ai 28 mesi. Questo prestito viene elargito dai prestatori preenti su Smartika, ovvero delle persone che hanno deciso di offrire il proprio denaro per questo scopo. Per richiedere questo prestito la procedura è online, non bisogna infatti recarsi in nessuna banca. Nel giro di pochi minuti Smartika darà la sua valutazione e comunicherà quali sono le condizioni del prestito. La somma viene recapitata in pochi giorni e viene erogata direttamente sul proprio conto corrente bancario. Per richiedere il prestito basta compilare la richiesta con tutte le proprioe informazioni sia personali che reddituali necessarie per la buona riuscita della pratica, inoltre bisogna specificare quale sia la finalità del prestito. Una volta compilata tutta la documentazione, firmato tramite il servizio di firma digitale e dato il conseso a Smartika di poter controllare la propria situaizone creditizia basta solamente inviare la richista e in pochi giorni si avrà il denaro richiesto.

Puoi leggere anche: