Finanziare un progetto imprenditoriale: si può fare?

Il mercato è pieno di soggetti che hanno idee fantastiche, ma non sono in possesso degli strumenti economici necessari per realizzarle. Alla luce di questa considerazione, si sono fatti spazio sulla scena economica dei soggetti e delle associazioni che possono aiutare i giovani imprenditori sostenendoli economicamente nella fase di start-up.

Chi sono i Business Angel

business angelQueste figure sono note con il nome di business angels, e si presentano tipicamente come investitori con una buona disponibilità economica, che vogliono investire su un’idea altrui per trarne profitto. La figura di fatto a livello pratico entra in competizione con i servizi di finanziamento alle imprese nascenti che molte banche offrono sul mercato, ma offrendo tutta una serie di vantaggi. Un business angel infatti si presenta più come un socio, un finanziatore lavoratore che dunque entra in gioco anche nello stabilire alcune regole della politica produttiva o di espansione della neonata azienda. In un contesto diretto e personale come questo, acquista notevole importanza naturalmente l’idea stessa, sulla quale l’investitore deve decidere di puntare. Negli ultimi anni ad attrarre il maggior numero di investitori di questo tipo sono stati progetti legati al mondo dell’hi tech o dei servizi più in generale.

Il circuito Iban

Nella nostra nazione è attivo un vero e proprio network di Business Angels, che mette a disposizione degli interessati un apposito portale, Proprio da questo sito è possibile scaricare il format di richiesta finanziamento, che dovrà includere anche una descrizione precisa e dettagliata del progetto, che verrà analizzato da potenziale investitori, In caso di interesse, i contatti andranno avanti fino a concludersi, in caso di esito positivo, con la stipula della collaborazione. In questo modo dunque l’incontro domanda/offerta di finanziamenti viene agevolata e semplificata.

Come diventare business angel?

Se siete interessati a diventare un finanziatore, dovete tenere in considerazione alcuni dettagli.Abbiamo detto che i business angel tipicamente sono imprenditori e manager, ma a livello pratico è sufficiente avere una buona disponibilità economica e una discreta predisposizione al rischio. E’ altresì fondamentale tuttavia avere anche un occhio sul futuro e una buona capacità di prevedere quali, tra i business proposti, potrebbero diventare di successo. Proprio per questo motivo, il business angel ideale, anche se in presenza di una formazione specifica, deve avere una cultura completa e un occhio attento verso tutti quelli che sono i fenomeni del business. Proprio il business rappresenta infatti il volano fondamentale per qualsiasi tipo di investimento. Non dimentichiamo infatti che il business angel è un imprenditore nell’animo e quindi è volto a trovare un profitto, sostenendo un rischio che si riduce in presenza di una oculata analisi del settore, del business e dei suoi possibili sviluppi.

Se siete un business angel alle prime armi ricordate che che è fondamentale, oltre alla disponibilità economica, saper identificare una idea di business originale; trovare un “proprietario dell’idea” che investa quanto in suo possesso per sviluppare il suo progetto dimostrando di essere fermamente convinto di quello che state per fare insieme, disposto a chiedere supporto ad una serie di consulenti fondamentali per una corretta stesura dei contratti preliminari.

Oltre all’idea in sè, poi, si dovrà analizzare con cura anche il settore di riferimento. E’ bene infatti analizzare il target interessato dall’idea, gli strumenti, i modi e i tempi da utilizzare per colpirlo.

I finanziamenti delle banche

Come abbiamo accennato, però questa non è l’unica soluzione. Buone opportunità arrivano infatti dalle banche e dagli istituti di credito. Anche in questo caso, la presentazione del progetto è importante per ottenere prestiti a tassi agevolati. Il consiglio è quello di verificare quali sono le possibilità offerte dalle banche note, quali i tassi di interesse, quali i vincoli. Attenzione in particolare a puntare su “prestiti per imprenditori”, che vi permettano dunque di non trovarvi bloccati in situazioni spiacevoli qualora il business non andasse come sperato.

Puoi leggere anche: